Alessia Cerocchi

Autrice Nord America. “Romana di Roma”, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza alla Sapienza con una tesi in criminologia sul carcere duro per i boss mafiosi. Divoratrice seriale di caffè e libri di qualsiasi genere, sogna di diventare commissario di polizia. Per il momento si accontenta di seguire gli investigatori dei romanzi mentre svolge la pratica forense.

Articoli di Alessia

Gli USA e la lobby dei diritti umani

Sembra strano associare la parola “lobby” all’ambito dei diritti umani: alla prima siamo abituati a dare,  generalmente, una connotazione negativa. Ma come abbiamo  già visto nel progetto dedicato all’Unione europea, …
Deb Haaland

Il personaggio dell’anno: Deb Haaland

Donna, nativa americana, madre single: anche se sembra impossibile (ebbene sì, nel 2021 è ancora così) queste sono alcune delle caratteristiche personali di un attuale membro del Gabinetto degli Stati …

Globalizzazione e diritto informatico

Uno degli elementi fondamentali del fenomeno della globalizzazione è la tecnologia informatico-telematica.  Lo sviluppo della rete ha costituito, infatti, uno dei veicoli decisivi per  l’espansione dei mercati economico-finanziari, per la …

La sentenza Citizens United v. FEC (2010)

Con la sentenza Citizens United v. FEC, la Corte Suprema degli Stati Uniti rafforzò, applicandolo anche alle società, il principio già espresso nel 1976 in Buckley v. Valeo, secondo cui …
United_states_supreme_court_building_Lo Spiegone

I limiti ai contributi delle campagne elettorali: la sentenza Buckley v. Valeo (1976)

La sentenza Buckley v. Valeo si basa sulla legittimità costituzionale della Federal election campaign act (FECA), la legge adottata negli Stati Uniti nel 1971 per regolare la raccolta, nonché la …

Ricorda 1991: L’elezione di Clarence Thomas alla Corte Suprema

Il 23 ottobre 1991 il presidente repubblicano George Bush nominò Clarence Thomas giudice della Corte Suprema statunitense. Il giudice Thomas è stato il secondo giurista afroamericano ad accedere a questa carica, …

Ricorda 1971: Swann v. Charlotte-Mecklenburg Board of Education

Nell’aprile di cinquant’anni fa, la Corte Suprema degli Stati Uniti d’America ha emesso la storica sentenza Swann v. Charlotte-Mecklenburg, la pronuncia più importante in ambito di desegregazione scolastica dopo Brown …

Affirmative action nel mondo dell’istruzione USA

Quando parliamo di affirmative action (in italiano, azione positiva) ci riferiamo a uno strumento che, in maniera attiva, mira a promuovere la partecipazione di persone appartenenti a minoranze etniche, di …

I difensori d’ufficio e le disuguaglianze economiche e razziali

Il sesto emendamento della Costituzione americana sancisce il diritto di difesa dell’imputato. Se questo non può permettersi un difensore di fiducia è lo Stato ad assegnargli un public defender, generalmente …

All’interno del sistema giudiziario statunitense: Bail system e il Plea Bargaining

Negli Stati Uniti, a seguito di un arresto, l’indiziato viene portato al distretto di polizia e lì viene schedato. A questo punto, il procedimento cambia a seconda del reato commesso. Nella …

La pratica dello Stop and Frisk e la sentenza Terry v. Ohio

Tra le pratiche più discusse messe in atto dalla polizia statunitense c’è sicuramente quella dello Stop-and-Frisk (letteralmente “ferma e perquisisci”). Lo Stop-and-Frisk permette agli agenti di fermare e perquisire i cittadini, …

Senato 2020: la corsa in Colorado

Il Colorado è soprannominato Centennial State, poiché è diventato uno Stato federale nel 1876, cento anni dopo la Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti. Nonostante sia storicamente una roccaforte del partito …
  • 1
  • 2

Lo Spiegone è una testata registrata presso il Tribunale di Roma, 38 del 24 marzo 2020
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: