Russia in Africa: i limiti della politica estera russa

Nel corso del Ventesimo secolo, la Russia ha subito molteplici trasformazioni istituzionali che ne hanno plasmato la politica estera. Le relazioni che intercorrono tra gli Stati africani e Mosca durano da più di un secolo, partendo dal periodo zarista, passando per quello sovietico, fino a giungere all’odierna Federazione. Nel corso della Guerra Fredda, l’Unione Sovietica…

Cosa è il G20?

Il 7 e l’8 luglio ad Amburgo si terrà il dodicesimo meeting del G20, ovvero il “Gruppo dei Venti”. La volontà di creare questo luogo di incontro annuale è nata dalla necessità di aumentare il numero dei Paesi mondiali coinvolti nelle decisioni più importanti. Dopo la caduta del Muro di Berlino, il collasso dell’Unione Sovietica,…

Il Caucaso alle elezioni

Il Caucaso è da sempre stato una regione di vitale importanza per via della sua posizione strategica. Bagnato dal Mar Caspio e dal Mar Nero è la zona di transito e mediazione tra l’Europa ed il Medioriente, un’area di incontro-scontro tra potenti attori regionali come la Russia, la Turchia e l’Iran. L’apparente stabilità politica della…

Cosa sono le sanzioni?

Le sanzioni sono considerate uno strumento di politica estera che esercita la pressione economica nei confronti di un determinato Paese o di alcuni suoi cittadini. Le sanzioni di tipo internazionale sono quindi degli strumenti utilizzabili da parte degli stati, istituti sovranazionali come l’Unione Europea, ed organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, contro quei Paesi, le…

L’OBOR e la Russia

Il forum Belt and Road (BRF) che si è concluso il 15 maggio scorso è stato organizzato da Pechino per promuovere l’OBOR, già proposta dal presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping in settembre 2013. Erano presenti quest’anno a Pechino  rappresentanti dei 29 stati europei (esclusa l’Inghilterra), delegati dall’Asia, dalla Turchia all’estremo Oriente, delle Americhe, da…

Il Belt and Road Forum: la Nuova Via della Seta è sempre più concreta

  Lunedì 15 maggio  si è concluso  il Belt and Road Forum, un summit durato due giorni dedicato al progetto One Belt, One Road (OBOR), ossia l’ambizioso piano d’investimenti cinese che  mirerebbe a costituire una corridoio economico che, partendo da Shanghai,  raggiungerà il cuore dell’Europa.  Al forum hanno partecipato ben 30 leader mondiali e rappresentanti…

Diritti LGBT tra Russia e Caucaso

Lo scorso primo aprile il quotidiano indipendente russo Novaya Gazeta ha riportato le testimonianze di due sopravvissuti alla detenzione nel centro di prigionia di Argun, situato a soli quindici chilometri dalla capitale cecena di Groznyi, dove vengono inflitte violenze contro gli omosessuali. Sono state almeno tre le vittime ufficialmente riportate. La continua lesione dei diritti dell’uomo…

Conflitti etnici nello spazio post-sovietico

Il termine etnia ha un’origine greca, dal significato di una comune discendenza di chi vi appartiene. Secondo M. Weber vengono definiti “etnici” i gruppi che condividevano la credenza soggettiva di una comune origine, a prescindere dalle affinità parentali, accostando così il concetto a quello di nazione e slegando quindi il gruppo in questione dalle connotazioni…

Attentato San Pietroburgo: varie piste delle indagini

L’attentato di San  Pietroburgo è stato un duro colpo per la Russia e ancora non sono chiare dinamiche e colpevoli. Come è stato sottolineato dal presidente della Commissione Difesa del Senato, Viktor Ozerov, il giorno in cui è stato effettuato l’attacco non era casuale la presenza di Putin a San Pietroburgo con a seguito numerosi giornalisti. L’attentato sul…

Il grande scoglio delle relazioni tra Mosca e Tokyo: le isole Curili

Le isole Curili sono un arcipelago del Pacifico che si estende dalla acque settentrionali dell’isola giapponese di Hokkaido, fino all’estremità meridionale della penisola Russa di Kamchakta. Il complesso è sempre stato un fattore di tensione tra Mosca e Tokyo, tanto da costituire ancora oggi uno dei nodi principali nelle  relazioni  Russo-Giapponesi. Quattro isole in particolare,…

Attentato a San Pietroburgo: ecco cosa sappiamo

Non sono ancora molte le informazioni a proposito dell’esplosione avvenuta ieri, 3 Aprile, in un vagone della metro di San Pietroburgo. L’esplosione è avvenuta durante la corsa sul tratto inscritto tra la fermata di Piazza Sennaya e Tehnologiceskij Institut, alle ore 14:30. Inizialmente sono state ipotizzate due esplosioni, versione che più avanti nel pomeriggio è stata smentita….