Elezioni europee 2019: il partito dell’astensione

Negli ultimi cinque anni, diversi eventi hanno messo a dura prova la tenuta dell’UE: la crisi del debito e il salvataggio della Grecia, la gestione dell’immigrazione, l’ascesa dei populismi e la Brexit sono solo alcuni dei temi più scottanti. Le elezioni europee di maggio saranno un banco di prova importante: l’affluenza alle urne sarà un…

Elezioni europee 2019: guida al voto

Il 23-26 maggio 2019 più di 400 milioni di cittadini saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo Parlamento Europeo. In Italia, come stabilito dalla Legge di Stabilità del 2014 (L.147/2013), si voterà nell’intera giornata di domenica 26 maggio. Nel nostro percorso di approfondimento in vista delle elezioni abbiamo avuto modo di analizzare i molteplici…

Nord Stream 2: il gasdotto che divide l’Europa?

Al centro del dibattito europeo dal 2015, il progetto di matrice principalmente russo-tedesca sembra aver messo in crisi l’Unione dell’Energia fin dal principio. La divisione attorno a Nord Stream 2 permette di riflettere su alcune dinamiche di lungo corso nel commercio del gas tra Russia e Europa, incluso il ruolo degli Stati Uniti. Nonostante la radicalizzazione…

Fondi Europei, le enormi opportunità che l’Italia non sfrutta

Il contributo economico dell’Italia al funzionamento dell’Unione Europea è un tema che ciclicamente si ripropone in maniera polemica nel dibattito politico del nostro Paese. Diversi casi quali minacce di bloccare i contributi al bilancio o superficiali analisi costi-benefici sulle quali ripensare la partecipazione italiana all’UE, hanno troppo spesso deviato in una dimensione caotica un dibattito…

L’evoluzione dell’europeismo italiano: da Einaudi ai nostri giorni

In un’Italia ancora controllata dal regime fascista, confinati nella piccola isola di Ventotene, Altiero Spinelli e Ernesto Rossi immaginarono tra il 1941 e il 1942 l’idea di un’Europa unita, disegnata tra le righe del Manifesto di Ventotene. Durante il secondo conflitto mondiale veniva, quindi, elaborato un pensiero che sarebbe stato poi alle origini dell’europeismo italiano.

Un diritto a metà? Il diritto di voto nell’UE

In un recente articolo ci siamo soffermati sullo status di cittadino dell’Unione e sui diritti che ne derivano, tra i quali spicca il “diritto di esercitare l’elettorato attivo e passivo alle elezioni comunali e alle elezioni europee in uno Stato membro diverso da quello di appartenenza”. Tale diritto, sancito dall’art. 22 TFUE, è rimasto immutato,…

La cittadinanza europea

“E perché non dovrebbe esistere un raggruppamento europeo che potrebbe dare un senso di più ampio patriottismo e di comune cittadinanza ai popoli smarriti di questo turbolento e potente continente?”. Era il 1946 quando W. Churchill sottolineava la necessità della nascita di un’unione che, attraverso un comune senso di identità, potesse risolvere i problemi che…

Gli anni Duemila: dalla Costituzione Europea a Lisbona

Il trattato di Lisbona, che oggi regola il funzionamento dell’Unione Europea, è solo l’ultimo passo in un lungo processo di riforma dei trattati iniziato nel 1992 con Maastricht. Amsterdam (1997) e Nizza (2001) avevano avviato alcune riforme istituzionali, evitando però la questione del futuro politico dell’Unione. Con l’allargamento imminente e la questione balcanica, insieme al…

La gestione dei migranti nell’UE: Dublino III

La questione riguardante Sea Watch 3 e Sea Eye ha nuovamente posto al centro dell’attenzione europea lo spinoso tema dell’immigrazione, al quale si continua a rispondere con giochi di potere e scenari di tensione tra Stati.

Spazio & Difesa: il programma spaziale UE

Insieme a Cina, Russia e Stati Uniti, un altro attore del sistema internazionale è ormai sceso in lizza per la grande corsa allo spazio che vede il contrapporsi delle superpotenze per il dominio in orbita: l’UE. L’industria spaziale è di fatto un settore molto florido nell’Unione Europea; ben un terzo dei satelliti esistenti viene prodotto…

Il personaggio dell’anno dell’UE: Federica Mogherini

Federica Mogherini ha vinto il la sfida come personaggio dell’anno dell’UE, strappando la vittoria a Michel Barnier. Ad un anno dalla fine del suo mandato, l’Alto Rappresentante è ancora una figura chiave nel panorama istituzionale europeo.