Ricorda: la sentenza Simmenthal del 1978

Con la sentenza Simmethal (C-106/77, Simmenthal spa contro Ministero delle Finanze) la Corte di Giustizia dell’allora Comunità Europea pose un punto sulla gerarchia della fonti normative in Italia e negli altri Stati europei: prevale la fonte comunitaria o quella nazionale?

Ricorda: la Dichiarazione sulla razza e i pregiudizi razziali 1978

Il prossimo novembre ricorrerà il 40° anniversario dalla promulgazione della “Dichiarazione sulla razza e sui pregiudizi razziali”, adottata dall’ UNESCO il 27 novembre 1978 al termine della ventesima riunione di Parigi. La Carta è il risultato di un percorso politico e normativo articolato che parte dalla fine della seconda guerra mondiale fino a concludersi, seppur…

La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America

Dopo la Corte Suprema, il Presidente e la “camera alta” del Congresso, riprendiamo ora il nostro approfondimento a proposito degli organi più importanti del panorama istituzionale degli Stati Uniti d’America, soffermandoci sull’altro ramo del legislativo, indicato dalla Costituzione stessa come “the most numerous Branch of the State Legislature”, ossia la “camera bassa”, che prende il…

Il Senato degli Stati Uniti d’America

Il Senato degli Stati Uniti costituisce uno dei due rami del Congresso, insieme alla Camera dei Rappresentanti, con sede a Washington. La sua organizzazione e poteri sono stati delineati nella Costituzione, principalmente all’Art.1, e sono frutto di lunghi negoziati e compromessi raggiunti nel corso della Convenzione di Filadelfia tra i rappresentanti dei 13 Stati che…

I poteri del Presidente degli Stati Uniti d’America

Da oltre un anno al centro dell’attualità, il 45° Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump ha fatto discutere l’opinione pubblica per le sue affermazioni controverse fin dalla sua campagna elettorale, data la rilevanza della sua posizione. Il fondamento normativo della sua carica si trova infatti nella Costituzione americana, in particolare all’Articolo 2, declinato in…

Lo stato di diritto in Polonia

La Polonia rischia sempre più di trasformarsi in una democrazia illiberale, a causa dell’accentramento nelle mani dell’esecutivo dei media e dell’apparato giudiziario. Una legge di recente approvazione ha rivoluzionato la Corte Suprema, scatenando proteste da parte della popolazione e l’inizio di una procedura d’infrazione da parte della Commissione Europea, aggiungendo un tassello a una battaglia…

Corte Suprema degli Stati Uniti: cosa è e come funziona

In data 26 giugno uno dei nove giudici della Corte Suprema americana, Anthony Kennedy, ha annunciato le sue dimissioni. I giudici sono nominati a vita e, nello specifico, la nomina di Kennedy risale al 1988 al tempo della presidenza Reagan. Secondo la procedura prevista l’attuale presidente americano, Donald Trump, ha annunciato che presenterà il nome…

Il trasferimento dei detenuti in Europa

L’evoluzione del concetto di pena è, ovviamente, il riflesso dello sviluppo storico nel rapporto tra società e cittadino. Si è passati, infatti, dal ritenere che la pena avesse una sola finalità, quella meramente punitiva, alla creazione di un’idea di pena che fosse composita e rispondente a tutte le esigenze dello Stato e dell’uomo. La legge…

I diritti dell’infanzia e l’Amministrazione Trump

Secondo il Dipartimento di Sicurezza Interna degli Stati Uniti circa 2000 bambini, nell’arco temporale che copre il periodo 19 aprile e 31 maggio 2018, sono stati separati dalle proprie famiglie alla frontiera statunitense. Secondo i gruppi di attivisti i numeri sono ancora più alti.

Il concordato preventivo

di Valerio Antonini Il 30 maggio si è svolta l’udienza presso il Tribunale fallimentare di Roma sul concordato preventivo di Atac, gravata da circa 1,3 miliardi di euro di debiti. A giorni dovrebbe  essere emesso  il parere del Tribunale sull’ammissione o meno alla procedura (già preceduto da un parere negativo lo scorso marzo). Ma cos’è il…

La controversia tra Australia e Giappone sulla caccia alle balene

La mattanza delle balene ad opera del Giappone ha provocato, negli ultimi sei mesi, la morte violenta di 333 esemplari (balenottere rostrate) nelle acque dell’Oceano Antartico e ciò sarebbe già sufficiente a far rabbrividire, ma a questo si aggiunge il fatto che 122 di queste fossero femmine e incinte di 114 cuccioli.