I partiti politici americani: l’Ottocento

“Non c’è nulla che io paventi di più della divisione della repubblica in due grandi partiti, ognuno guidato da un proprio capo. Secondo la mia modesta opinione, è da temere come la più grande calamità politica sotto la nostra costituzione”.  John Adams Bipartitismo e Stati Uniti: nel 2019, l’associazione è istintiva, tanto che spesso il…

Il sogno iniquo: le disuguaglianze nelle forze armate

Nel lungo percorso che ha visto gli eredi di un piccolo gruppo di coloni in fuga dalle persecuzioni religiose diventare i cittadini di una potenza mondiale, il conflitto ha rappresentato un elemento costante e fondamentale.

La politica migratoria del Canada

Un Paese accogliente e multiculturale. È questa l’immagine che si ha del Canada, quella su cui insiste con forza anche il suo attuale Primo ministro, Justin Trudeau. Il leader del partito liberale canadese si è infatti sempre distinto per un atteggiamento decisamente pro-immigrazione, uno dei motivi per cui il suo rapporto con il vicino Trump…

La narrazione di Trump

 Oggi, martedì 5 febbraio 2019, Trump pronuncerà il discorso sullo stato dell’Unione, ossia una relazione attraverso la quale, di fronte al Congresso a sezioni unite, traccerà un bilancio dell’anno passato e proporrà il corso d’azione per l’anno futuro. Il discorso si configura come un monologo del presidente e, per questa ragione, l’aspetto retorico è fondamentale….

Che cos’è la ICE?

Con lo shutdown che infiamma sulla questione del muro al confine con il Messico, il focus mediatico si concentra anche sull’agenzia federale che si occupa del controllo delle frontiere: la ICE. Cerchiamo di capire che ruolo ricopre questa agenzia e la sua storia. Le origini È il 22 settembre del 2001 quando il presidente americano…

La politica sull’immigrazione di Trump

Negli ultimi giorni il dibattito pubblico italiano non ha potuto fare a meno di concentrarsi sul Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration, l’accordo promosso dalle Nazioni Unite che sancisce la volontà di creare una rete di collaborazione internazionale per fare fronte ai processi migratori. 

Donald Trump, il jacksoniano

“Prometto a ogni cittadino di questo Paese che sarò il presidente di tutti gli americani”. È il 9 novembre 2016, a parlare è Donald Trump. Le parole sono le solite, quelle di rito, che vengono pronunciate dopo la vittoria. Ma questa volta assumono un significato diverso, fanno riflettere in molti dentro e fuori gli Stati Uniti. …