Esiste davvero una guerra commerciale tra USA e Cina?

Le crescenti tensioni tra le due sponde del Pacifico, che oramai durano da quasi un anno, non hanno ancora portato Washington e Pechino a utilizzare il “bazooka” della guerra commerciale. La scorsa estate Donald Trump ha fatto aprire un’indagine contro la Cina, in base alla Sezione 301 del Trade Act del 1974. Secondo questa misura…

Bill de Blasio e il modello New York

La comunità italo americana rappresenta fin dal secolo scorso una delle più importanti realtà degli Stati Uniti d’America. Sono, infatti, secondo un censimento ufficiale del 2010, più di 17 milioni i cittadini americani che dichiarano di avere un’ascendenza italiana, mentre per la NIAF (National Italian American Foundation) sono oltre i 20 milioni. Più di 200.000…

Il mondo vedrà importanti cambiamenti, parola di Kim Jong-un

“Non è stato facile arrivare qui. Il passato ci ha tenuto con mani e piedi legati, e i vecchi pregiudizi e abitudini sono stati come ostacoli sul nostro futuro. Ma abbiamo superato tutto questo, e siamo qui oggi”, così Kim Jong-un ha descritto il primo storico summit tra un Presidente in carica USA e il…

Road to November: intervista a Francesco Costa, vicedirettore de Il Post

Francesco Costa è un giovane, ma già affermato, giornalista di 34 anni. Vicedirettore de “Il Post”, ha collaborato con “L’Unità” e “Internazionale”, ha scritto per “IL”, mensile de “Il Sole 24 Ore”, e poi anche per “Il Foglio”. Laureato in scienze politiche, nutre una grande passione verso l’America. Si è imposto, negli ultimi anni, come un’eminenza…

La destra moderata ai tempi di Trump: Paul Ryan si ritira

Paul Ryan, lo Speaker del Congresso degli Stati Uniti d’America, ha deciso di non ricandidarsi alle prossime elezioni parlamentari. La notizia, anticipata da Axios, aveva trovato conferma in una nota ufficiale pubblicata lo scorso 11 Aprile dal suo staff. In seguito Ryan lo aveva comunicato ufficialmente al vice presidente Mike Pence e al presidente Trump,…

Texas Midterm, O’Rourke è il nuovo volto

Nel Novembre 2018, negli Stati Uniti, si terranno le elezioni di medio termine, primo vero esame elettorale nei confronti dell’attuale amministrazione politica. La partita si giocherà come al solito fra Repubblicani e Democratici, con questi ultimi in cerca di un grande risultato che possa garantirgli la maggioranza al senato. Dopo la sconfitta elettorale subìta in…

Con Pompeo se ne va la diplomazia?

Il presidente Trump martedì 13 marzo ha deciso di allontanare il Segretario di Stato Tillerson e sostituirlo con il capo della CIA Mike Pompeo. Le voci di questo cambio erano già iniziate a settembre del 2017, dopo le prime incomprensioni tra Trump e Tillerson riguardo al trattamento da adottare in Korea. Venti è il numero…

Gli USA e la lobby delle armi

« Essendo necessaria, alla sicurezza di uno Stato libero, una milizia ben regolamentata, il diritto dei cittadini di detenere e portare armi non potrà essere infranto. » Così recita il secondo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d’America. Proprio su questo si fonda l’esercizio della National Rifle Association (in acronimo NRA), un’organizzazione che agisce in favore dei…

Alabama Blue Party: una vittoria significativa

A poco più di un anno dalle ultime elezione presidenziali americane, cosa avreste pensato se vi avessero detto che uno degli stati simbolo del partito vincente sarebbe diventato un possibile simbolo di rinascita del partito sconfitto? Molto complicato. Eppure, molto complicato, non significa impossibile. Già, perché lo scorso 12 Dicembre, alle elezioni per il senato,…

La National Security Strategy di Trump

Il 18 dicembre 2017 l’amministrazione Trump ha rilasciato la sua National Security Strategy (NSS). Questo genere di documento programmatico viene creato da ogni presidente e contiene tutto il pensiero, le linee guida e gli obiettivi della politica estera e di sicurezza del neo eletto commander in chief. L’analisi di questa politica è centrale per capire…

Le politiche americane per Israele e le ragioni del riconoscimento

Donald Trump il 6 Dicembre ha riconosciuto ufficialmente Gerusalemme come capitale di Israele, distruggendo in pochi minuti decenni di politica estera americana in Palestina. Ieri abbiamo parlato di qual è lo status internazionale della città, oggi cercheremo di capire quali sono state le politiche delle precedenti amministrazioni americane e quali possono essere le cause interne…