L’influenza delle diaspore sulla politica estera USA. Il caso iracheno

di Laura SantilliIl modello di contatto tra le élite politiche statunitensi e alcuni gruppi di immigrati negli Stati Uniti è una caratteristica propria di orientamento della politica estera statunitense che ha una lunga tradizione. I primi gruppi provenienti da diaspore ed emigrati negli Stati Uniti erano greci, armeni, irlandesi ed ebrei. Negli anni Novanta, accanto a…

L’ombra lunga del destino negli USA

“La leadership americana sullo scenario globale si è sempre fondata non solo sul potere dei suoi ideali, ma anche sul potere del suo esempio”. Comincia con queste parole una riflessione della politica Stacey Abrams sullo stato attuale della crisi, pubblicata pochi giorni fa sulle colonne di Foreign Affairs. Nello scritto vengono messe in evidenza diverse…

Com’è andata la visita di Trump in India?

di Cecilia MarconiIn una delle sue ultime visite prima che iniziasse il lockdown internazionale causato dalla rapida espansione del Covid-19, il presidente Donald Trump si è recato in India. Lì è stato accolto con calore, ha partecipato a suntuose celebrazioni e Narendra Modi, il primo ministro indiano, ha manifestato per lui grande stima.

Not me. Us. Il ritiro di Bernie Sanders e il futuro del movimento

Il ritiro di Bernie Sanders ha messo fine a quella che molti hanno definito una campagna quinquennale verso la presidenza. La lunga corsa, iniziata nel 2015, ha prodotto un impatto senza precedenti sulla politica americana. In questi anni, il senatore del Vermont ha catalizzato l’attenzione generale su temi diventati sempre più centrali al tavolo delle…

Primarie 2020: il deludente risultato di Pete Buttigieg

di Alessia CerocchiIl risultato ottenuto da Pete Buttigieg nelle primarie democratiche è stato ben al di sotto delle aspettative. Nonostante Buttigieg si fosse presentato come un vero e proprio outsider della politica americana, non ci si aspettava un risultato tanto deludente. Laureato a Harvard, ha conseguito un master al Pembroke College di Oxford, ha lavorato…

Il voto dei nativi americani nelle primarie USA

di Gianluca PetrosilloI nativi americani si sono da alcuni anni ritagliati un certo spazio nel dibattito pubblico americano. Nonostante il loro numero molto ridotto, già Obama – durante la sua prima campagna elettorale, nel 2008 – aveva dedicato loro una particolare importanza. Egli venne poi pienamente ricompensato alle urne, dove ricevette circa il 70% dei…

Brand e populismo nell’era di Trump

I primi vent’anni del ventunesimo secolo saranno ricordati, tra le altre cose, per l’incredibile sviluppo degli strumenti comunicativi. Se i mezzi di comunicazione di massa si sono a lungo caratterizzati per un tipo di flusso one-to-many, l’avvento del digitale ha alterato il paradigma in maniera radicale.

Il mercato immobiliare americano dopo la Crisi

La crisi del 2008 ha avuto indubbiamente un impatto devastante sul mercato immobiliare statunitense e mondiale, modificando radicalmente le dinamiche e la struttura su cui si fondavano. Questi cambiamenti, sviluppatisi dal 2008 in avanti in America e in Occidente in generale, stanno avendo un profondo impatto sulle economie avanzate e sulla società americana stessa. In…

Perché gli afroamericani votano Biden?

Circa metà dei delegati è stata ormai assegnata in queste primarie democratiche. Joe Biden è in vantaggio su Sanders e buona parte di questo è dovuto al fatto che il frontrunner democratico può contare sul sostegno diffuso di una demografia chiave rispetto a Sanders, ovvero gli afroamericani.

Cosa sono gli endorsement e che peso hanno sul voto

di Riccardo MaminiGli endorsement sono una peculiarità delle campagne elettorali statunitensi. Concedere l’endorsement vuol dire sostenere pubblicamente un candidato a una carica pubblica. Questi endorsement possono essere importanti per molte ragioni: la dichiarazione pubblica con cui si fornisce il proprio sostegno a un candidato concede visibilità a quest’ultimo; legittima il candidato e la validità delle…