L’Argentina chiede ancora memoria, verità e giustizia

Il 24 marzo, in Argentina, è il giorno più importante del calendario. Un’intera generazione, in questa data del 1976, fu testimone dell’inizio di uno dei regimi più feroci della storia latinoamericana. Oggi, il 24 marzo è il giorno della Memoria, Verdad y Justicia con cui una popolazione ricorda i suoi 30 mila desaparecidos e le altre atrocità…

Perché la “Festa” della Donna è la lotta di tutte e tutti

Oggi è la Giornata internazionale della donna, in Italia spesso denominata come “Festa”. Una ricorrenza in cui vieni bersagliata da sconti speciali per qualsiasi cosa, dal profumo costosissimo che ti farà sentire una vera donna, alla t-shirt con scritto sopra “girl power” che invece ti renderà socialmente impegnata. I locali notturni si riempiono di eventi…

Elezioni in Guyana: un voto per il petrolio

Oggi in Guyana si terranno le elezioni per eleggere il nuovo presidente della Repubblica e i 65 membri dell’Assemblea Nazionale. Le elezioni sono state indette dall’attuale presidente, David A. Granger, dopo che il suo governo ha perso un voto di sfiducia a dicembre del 2018. Dopo più di un anno, si è deciso di tornare…

Il ritorno di Lula nello scenario politico brasiliano

Di Alessandro Leone Luiz Inácio Lula Da Silva è tornato prepotentemente tra i protagonisti dello scenario politico latinoamericano, almeno per il momento. L’ex presidente del Brasile, dal 2003 al 2011, amato per aver “salvato” milioni di persone dalla povertà, ma allo stesso tempo ripudiato per gli scandali di corruzione, è stato scarcerato a novembre dopo…

Perché le Malvinas sono così importanti per l’Argentina

Malvinas per gli argentini, Falkland per gli inglesi. Già la disputa sul nome dell’arcipelago, situato nel sud dell’Oceano Atlantico, dà la misura del conflitto storico sull’attribuzione della sovranità sulle isole. Conflitto sempre presente nei discorsi degli argentini e che, a fasi alterne, si impone nelle prime pagine dei giornali o nelle parole dei politici, come…

Venezuela: dove eravamo (e dove siamo) rimasti

Di Serena Pandolfi e Francesca Rongaroli È passato poco più di un anno dallo strappo politico che ha catalizzato l’attenzione internazionale sulla crisi venezuelana. Il 23 gennaio 2019, il leader dell’opposizione a capo della Asamblea Nacional Juan Guaidó si autoproclamava presidente ad interim della Repubblica Bolivariana. Da allora, si è assistito a una reazione a…

Elezioni in Perù: un voto indeciso per un breve mandato

È una domenica elettorale in Perù. Quasi 26 milioni di peruviani (contando i residenti all’estero) sono chiamati a eleggere i 130 membri del Congreso, ovvero l’organo unicamerale che rappresenta il potere legislativo del Paese. Nessuno di questi candidati, però, corre per la presidenza. Infatti quello di oggi è un “voto congressuale straordinario”, che servirà solo…

Euramérica: la sinistra in crisi (non solo in Europa)

L’ultima tornata elettorale nel Regno Unito, con la vittoria dei conservatori e la disfatta dei laburisti, va a certificare un dato chiaro oramai da decenni: la crisi dei partiti di sinistra. Le sconfitte cumulate negli ultimi round elettorali in Europa non sono sufficienti per tracciare un quadro globale, ma due elementi sono necessari al fine…

Euramérica: il rapporto con il gigante statunitense

Lo scorso articolo di Euramérica ha messo in luce i rapporti diplomatici e commerciali presenti tra l’Unione europea e i Paesi dell’America latina. Questo articolo tratterà invece la loro relazione con la principale potenza mondiale: gli Stati Uniti d’America.

Proteste in Colombia: i perché della crisi del governo Duque

di Alessandro Leone Tre anni fa il governo di Juan Manuel Santos e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC-EP) firmarono lo storico accordo che segnava la fine di uno dei conflitti più longevi del XX secolo, quello tra lo Stato e la guerriglia più pericolosa del Paese andino. Il raggiungimento della pace tanto agognata…

Un bilancio del voto in Uruguay

Lo scorso 27 ottobre è stata una giornata di importanti votazioni in Uruguay: le elezioni parlamentari e presidenziali (secondo il sistema del voto contemporaneo) e il referendum sulla securizzazione del Paese. I risultati hanno confermato molti dei pronostici pre-elettorali e allo stesso tempo hanno ufficializzato la storicità di questa tornata. La coalizione di centro-sinistra, il…