Elezioni in Olanda: Geert Wilders e gli ultimi sondaggi

Il 15 Marzo in Olanda si terranno le elezioni legislative e, come abbiamo già avuto modo di vedere nello scorso articolo, i cittadini saranno chiamati a scegliere i 150 membri della Camera Bassa. Il partito che riuscirà a guadagnare 76 seggi otterrà la maggioranza, ma l’ipotesi che ciò possa realizzarsi è alquanto lontana, in quanto, nella storia olandese, non è mai accaduto che un partito riuscisse a raggiungere una maggioranza tale e ciò ha dato vita a un continuo formarsi di coalizioni.

Seguendo il trend che si sta affermando in sempre più paesi europei, anche nei Paesi Bassi i partiti storici o “dell’establishment” stanno, negli ultimi anni, perdendo sempre più terreno in favore di partiti più radicali e populisti. E’ possibile notare ciò in modo chiaro nei dati delle ultime elezioni, del 2012, in cui il VVD e il PvdA si sono assestati intorno alla media del 26 e 24%. Inoltre il secondo gabinetto di Mark Rutte (attuale primo ministro e leader del VVD), non è riuscito a mantenere la maggioranza al senato.

Schermata 2017-03-10 alle 17.40.14

Si registra quindi nel Paese una crescita costante della competizione inter-partitica e della frammentazione nell’ambito delle votazioni legislative che hanno, appunto, portato i due partiti storici a crollare dall’80% dei supporti (1980) al 40% nelle ultime elezioni. I recenti sondaggi mostrano come, nelle imminenti votazioni, la percentuale sarà più o meno la stessa. Con la progressiva perdita di fiducia nei confronti di tali partiti l’elettorato si è andato sempre più a orientare verso quelli definibili più “radicali” fino ad arrivare all’attuale situazione in cui si prevede la possibilità che il PVV di Geert Wilders divenga il primo partito all’interno del parlamento, nonostante i poll stiano registrando un calo nel supporto negli ultimi giorni.

Schermata 2017-03-10 alle 17.43.30

Ma chi è Geert Wilders e perché in questi giorni è sempre più al centro dell’attenzione mediatica?

Geert Wilder, populista di destra radicale, ha trascorso 19 anni all’interno del parlamento, iniziando la sua carriera nei Liberali del VVD. Nel 2006, a seguito di un conflitto interno al secondo gabinetto Rutte dovuto a divergenze riguardo possibili contrattazioni con la Turchia, ha abbandonato il partito ed ha fondato il PVV che in pochi anni si è affermato come uno dei partiti più influenti nel contesto olandese, raggiungendo il 15% dei voti nelle legislative del 2010 e il 10% in quelle del 2012. Il partito di Wilder basa la sua politica su punti chiave concentrati sull’anti-islam e l’anti europeismo.  Il programma pre elettorale del 2017 è articolato in 11 punti, che spaziano dalla “deislamizzazione” dei Paesi Bassi, all’uscita dall’Unione Europea (tale azione richiederebbe una modifica costituzionale per cui sarebbero necessari i 2/3 del Parlamento ed è considerata, quindi, assai improbabile), al rafforzamento della democrazia diretta fino ad un aumento della spesa per sicurezza e difesa, a discapito del sociale.

Schermata 2017-03-10 alle 17.44.13

Fino a pochi giorni fa il partito di Wilders veniva dato da tutti i sondaggi come il probabile primo partito olandese, ma ora la situazione sembra cambiare e Peilingwijzer ha registrato un crollo nei supporti che porta il partito ad assestarsi intorno al 16% mentre cresce il supporto al CDA, al D66 e al partito dei verdi, il GL, che sta riscuotendo sempre più successo.
Comunque, qualora i sondaggi sbagliassero e il PVV si andasse a certificare come il primo partito in Parlamento, sarebbe improbabile la formazione di un governo di Wilders poiché, mancando la maggioranza assoluta, dovrebbe cercare di creare una coalizione, ma, ad oggi, gran parte degli altri partiti si sono dichiarati contrari a una futura coalizione con un partito considerato sempre più radicale e populista.

FONTI E APPROFONDIMENTI

https://www.geertwilders.nl/index.php/94-english/2007-preliminary-election-program-pvv-2017-2021

http://www.politico.eu/tag/dutch-elections-2017/

http://www.cnbc.com/2017/03/07/dutch-election-and-geert-wilder-future-of-european-union.html

https://www.ft.com/content/c5e12a58-ff75-11e6-96f8-3700c5664d30

http://www.economist.com/news/europe/21716643-geert-wilders-dragging-all-dutch-politics-nationalist-direction-netherlands

https://www.ft.com/content/408252aa-03f9-11e7-ace0-1ce02ef0def9

https://www.forbes.com/sites/marcelmichelson/2017/01/16/dutch-elections-could-turn-into-cliff-hanger-over-populist-party-eu-attitude-at-risk/#f6811325087f

http://edition.cnn.com/2017/03/10/europe/netherlands-dutch-elections-wilders-rutte/

https://www.ft.com/content/c2827010-03fd-11e7-aa5b-6bb07f5c8e12

OPINION POLL

http://peilingwijzer.tomlouwerse.nl/p/english.html

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...