Venti di Putin: i rapporti con gli Stati Uniti

Dopo aver osservato le relazioni con l’UE e con la Cina, in questo appuntamento dei nostri Venti di Putin ci concentreremo sulle relazioni fra la Russia e gli Stati Uniti. Negli anni Settanta e Ottanta il rapporto fra Unione Sovietica e Stati Uniti, fino ad allora in piena guerra fredda, cominciò progressivamente a distendersi.  Fu stipulata…

Il meccanismo delle sanzioni negli Stati Uniti

di Laura SantilliLe sanzioni sono uno strumento di politica estera attraverso cui è possibile esercitare pressione sul comportamento di uno Stato, considerato una minaccia per la sicurezza nazionale o internazionale. Le sanzioni possono essere utilizzate a livello multilaterale o unilaterale, da uno Stato oppure da organizzazioni internazionali come l’ONU, o sovranazionali come l’Unione Europea.In questo articolo…

Obesità e diabete negli Stati Uniti

di Gianluca PetrosilloSecondo le indagini dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dal 1975 a oggi sono quasi triplicate in tutto il mondo le persone affette da obesità e in sovrappeso, con più di 650 milioni di obesi e 1,9 miliardi di adulti in sovrappeso nel 2016. Si stima inoltre che siano 422 milioni i diabetici, soprattutto affetti…

Lenín Moreno, tre anni di governo segnati da un cambio di rotta

Tre anni fa Lenín Moreno iniziava il suo mandato come presidente dell’Ecuador, con l’obiettivo di guidare un governo in linea con quello del predecessore Rafael Correa (2007-2017). Durante l’insediamento si rivolsero vicendevolmente parole d’affetto e si chiamarono “fratelli”, in onore dei sei anni di collaborazione politica, l’uno come capo della Repubblica e l’altro come vicepresidente…

Mito e realtà nella politica estera statunitense

“La società democratica dipende dai miti: senza una lettura della storia così comoda, in grado di comprimere e semplificare eventi e questioni politiche di estrema complessità in idee e immagini che possono capire e utilizzare anche i non specialisti, il dibattito democratico semplicemente sparirebbe”.Walter Russell Mead

Dentro le maras: il radicamento in America centrale

In questo articolo approfondiremo le condizioni in cui si trovavano i Paesi del Triangolo Nord nel periodo in cui sono iniziate le deportazioni di massa dagli Stati Uniti e il conseguente radicamento delle maras in quei territori.

Il rapporto tra crimini violenti e armi da fuoco negli Stati Uniti

di Alessia CerocchiTra i Paesi occidentali, gli Stati Uniti registrano il più alto numero di crimini violenti. Secondo gli esperti, questo accade perché più è facile accedere a un’arma, più è probabile che venga utilizzata. Nel 1999, gli studiosi dell’Università di Berkeley, Franklin Zimring e Gordon Hawkins hanno pubblicato un libro intitolato “Crime Is Not…

L’Altra America: il Nicaragua

Il Nicaragua è il Paese più esteso e più povero dell’America centrale, schiacciato tra i due oceani, l’Honduras e la Costa Rica. La sua storia è segnata da ingerenze straniere. Alla conseguente instabilità politica si aggiungono quella fisica, determinata dai ricorrenti terremoti e uragani, e quella sociale di un popolo, segnato da forti divari etnico-regionali, che continua…

L’influenza delle diaspore sulla politica estera USA. Il caso iracheno

di Laura SantilliIl modello di contatto tra le élite politiche statunitensi e alcuni gruppi di immigrati negli Stati Uniti è una caratteristica propria di orientamento della politica estera statunitense che ha una lunga tradizione. I primi gruppi provenienti da diaspore ed emigrati negli Stati Uniti erano greci, armeni, irlandesi ed ebrei. Negli anni Novanta, accanto a…

Com’è andata la visita di Trump in India?

di Cecilia MarconiIn una delle sue ultime visite prima che iniziasse il lockdown internazionale causato dalla rapida espansione del Covid-19, il presidente Donald Trump si è recato in India. Lì è stato accolto con calore, ha partecipato a suntuose celebrazioni e Narendra Modi, il primo ministro indiano, ha manifestato per lui grande stima.

 Kosovo: tutti contro Albin Kurti 

 Di Matteo CamporeseIl governo di Albin Kurti, leader del partito Vetëvendosje! (“Autodeterminazione!”), è caduto dopo soli 53 giorni. La sera del 25 marzo, infatti, il Parlamento riunito in seduta straordinaria ha approvato una mozione di sfiducia con 82 voti favorevoli e 32 contrari. L’iniziativa è stata portata avanti dalla Lega Democratica del Kosovo (LDK) guidata…

Il voto dei nativi americani nelle primarie USA

di Gianluca PetrosilloI nativi americani si sono da alcuni anni ritagliati un certo spazio nel dibattito pubblico americano. Nonostante il loro numero molto ridotto, già Obama – durante la sua prima campagna elettorale, nel 2008 – aveva dedicato loro una particolare importanza. Egli venne poi pienamente ricompensato alle urne, dove ricevette circa il 70% dei…