Viola Pacini

Autrice MENA. Nel 2011 si trasferisce dalla Maremma a Siena, dove si laurea presso l’Università per Stranieri. L’interesse per il mondo arabo-musulmano si è sviluppato grazie a un Erasmus presso l’INALCO di Parigi e a viaggi in Oman, Egitto e Qatar. Dopo aver lavorato come traduttrice e assistant editor per l’associazione “Rondine” di Arezzo, ha ripreso gli studi in Scienze Storiche e Orientalistiche a Bologna. 

Articoli di Viola

Ricorda MENA 1971 Emirati

Ricorda 1971 – La creazione degli Emirati Arabi Uniti

La storia delle monarchie del Golfo è strettamente legata a quella dell’Impero britannico, entità che nel XIX secolo stabilì una serie di protettorati nella regione. L’egemonia straniera non è stata …
censura Palestina_Lo Spiegone

I social network e i palestinesi: una censura selettiva

Lo scorso maggio, a seguito dell’escalation di violenza nei Territori Occupati e a Gaza, sui social network sono stati pubblicati post che denunciavano la brutalità delle forze di sicurezza israeliane …
Una manifestazione del gruppo antisionista Neturei Karta a Boston

La differenza tra antisionismo e antisemitismo

Spesso, nel dibattito sulla questione legata ai palestinesi e ai Territori Occupati, media e personaggi politici israeliani (e non solo) hanno accusato di antisemitismo chiunque osasse criticare l’operato di Tel …

Praxis: gli assorbenti lavabili della Dare Women’s Foundation

In Tanzania l’accesso agli assorbenti igienici è un lusso. Oltre a essere molto costosi in rapporto al reddito medio, nelle aree rurali sono semplicemente irreperibili per la distanza dei negozi …
La censura della libertà di stampa immortalata dal fotografo egiziano Ahmad Hammoud

Cosa blocca la libertà di stampa nel GCC?

Le costituzioni dei sei Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) – Arabia Saudita, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Qatar – menzionano e sembrano riconoscere le libertà …

Praxis: la rigenerazione urbana a Kyoto

Dopo la Seconda guerra mondiale, il Giappone ha sperimentato due decenni di grande crescita economica (superiore al 10% annuo), con una conseguente espansione urbana. Questo sviluppo ha però avuto ripercussioni sull’ambiente …

Bahrain: (oltre) dieci anni di violazioni dei diritti

Lo scorso 14 febbraio ha segnato il decimo anniversario della cosiddetta Primavera araba in Bahrain. Molto spesso, questa serie di manifestazioni iniziate nel 2011, il cui epicentro è stata l’iconica …

Benjamin Netanyahu, un premier longevo e controverso

Per i suoi sostenitori, è l’uomo forte della politica israeliana, che non teme di prendere posizioni scomode per il benessere del Paese. Per i suoi detrattori, è il simbolo del …

Praxis: L’integrazione in Oman

L’arrivo di un consistente numero di migranti viene spesso considerato un problema, o addirittura un pericolo. L’Oman ha però dimostrato come l’integrazione di un gruppo diasporico sia non solo possibile, …
oman

Oman: il primo anno del sultano Haitham bin Tariq tra crisi economica, coronavirus e riforme

Il primo anno di regno del nuovo sultano dell’Oman Haitham bin Tariq al-Said non è stato semplice. Appena prese le redini di un Paese che da anni si trova sull’orlo …
emiro kuwait

Le sfide del Kuwait dopo la scomparsa dell’emiro Sabah al-Sabah 

L’emiro del Kuwait Sabah al-Ahmed al-Jaber al-Sabah, malato da tempo, è morto a novantuno anni lo scorso 29 settembre. La sua scomparsa, commemorata in tutto il mondo arabo, ha privato …
L'Organizzazione della Cooperazione Islamica

L’Organizzazione della Cooperazione Islamica e l’egemonia saudita

Con 57 Paesi membri, l’Organizzazione della Cooperazione Islamica (OIC) è la terza organizzazione transnazionale più grande del mondo, dopo le Nazioni Unite e il Movimento dei Paesi non-allineati. L’istituzione si …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: