Turchia e USA: l’odissea del pastore e altre storie

Domani il pastore statunitense Andrew Brunson comparirà in tribunale per una nuova puntata del processo per terrorismo che lo vede protagonista dall’ottobre 2016 e che potrebbe causargli fino a 35 anni di carcere in Turchia. Il mancato rilascio di Brunson lo scorso agosto aveva provocato un’aspra crisi diplomatica tra Washington e Ankara consumatasi a colpi…

Lunga vita ad Erdogan: l’opposizione aveva davvero una chance?

La Turchia è sempre stata in qualche modo al crocevia tra democrazia ed autoritarismo, e le ultime elezioni hanno confermato questa natura ibrida. Nonostante la crescente repressione delle libertà individuali, gli arresti politici e il graduale accentramento del potere nelle mani del Presidente, l’affluenza alle urne è stata dell’87%: le elezioni si sono svolte per…

La corsa di Erdogan alle urne

Con le elezioni del prossimo 24 giugno in Turchia si deciderà il destino politico del Paese all’indomani delle profonde riforme costituzionali approvate con il referendum dello scorso anno. I cittadini turchi saranno infatti chiamati ad eleggere sia il Parlamento che il Presidente e l’inizio della prossima legislatura assegnerà, a meno di una vittoria dell’opposizione, nuovi…

L’asse di ferro che domina la Siria

L’attacco americano alle installazioni siriane per la produzione di armi chimiche ha riportato per pochi minuti l’Occidente sul tavolo delle potenze che contano in Siria, per poi immediatamente lasciarlo quando si è scoperto che l’attacco era stato annunciato e che le installazioni erano totalmente vuote. L’alleanza più o meno stabile di Arabia Saudita, Giordania, Egitto…

L’influenza di Erdogan in Europa

È dai tempi dell’Impero Ottomano che la Turchia ha interesse per l’Europa Balcanica e Centrale. I suoi interessi nell’area sono strategici, economici e culturali, nonché legati a doppio filo con i rapporti nei confronti dell’Unione Europea.

Il Referendum curdo, tra rischi e giochi di potere

Il 25 settembre nel Kurdistan iracheno si è votato in un referendum consultivo per l’indipendenza della regione dall’Iraq. I risultati hanno consegnato un plebiscito per il 93% in favore dell’indipendenza. La natura consultiva della tornata referendaria non ha creato immediate conseguenze e sembra essere legata più a motivazioni politiche che a vere velleità indipendentiste. Cerchiamo…

Erdogan, il sultano vassallo

Nell’ultimo anno la Turchia ha affrontato grandi cambiamenti con la riforma costituzionale e il tentato colpo di Stato, con la successiva repressione, questo ha portato a un deterioramento delle tradizionali linee di alleanza con l’Occidente. Questa situazione ha costretto il presidente Erdogan a guardare in nuove direzioni, spostando il proprio focus di attenzione verso est….

Spiegami le elezioni tedesche: Edoardo Toniolatti

Edoardo Toniolatti è laureato in filosofia e vive a Francoforte, luogo da cui cura un proprio blog “Sutasinanta” e una newsletter sulle elezioni tedesche (Noch 4 Jahre?) che viene pubblicata anche sul sito di IL (Il Sole 24Ore). Lo Spiegone lo ha incontrato qualche giorno fa per discutere le tematiche più calde delle imminenti elezioni tedesche…

La Turchia a un anno dal fallito golpe

La Turchia il 15 luglio arriverà al primo anniversario dal colpo di stato fallito. Le immagini sono ancora fortemente impresse nella memoria con i carri armati che sfilano sui ponti del Bosforo. In questi dodici mesi il paese ha affrontato grandi cambiamenti: la riforma costituzionale presidenziale, la nuova intensità di intervento in Siria e la spaccatura tra…

La Turchia spaccata da Erdogan

La Turchia oggi ha votato per il Referendum Costituzionale, si è recato alle urne l’84% della popolazione che ha sancito una vittoria limitata del fronte del SI del Presidente Recep Tayyip Erdoğan. All’inizio con il 25% dei voti scrutinati sembrava si dovesse assistere ad una grande vittoria del Presidente dato che il conteggio dava all AKP, partito di…

La nuova costituzione turca

Oggi si vota in Turchia per il Referendum Costituzionale. I sondaggi non indicano un futuro chiaro vincitore, la differenza tra i due blocchi del si e del no è di circa l’1%. La Turchia ha terminato a gennaio di votare la riforma costituzionale che prevede una modifica in direzione presidenziale dell’ordinamento nazionale. Questa proposta è sempre stata al centro…

Assedio di Mosul: dieci domande che ci dobbiamo porre

L’assedio di Mosul è ormai presente su tutti i media. Le televisioni riportano gli avanzamenti delle truppe irachene, gli avvenimenti e i caduti, ma non sempre spiegano l’importanza di questa battaglia, i vari aspetti delle forze in gioco e le conseguenze dell’eventuale vittoria. Oggi cercherò di spiegarlo attraverso dieci domande che ritengo siano di fondamentale importanza per…