L’Algeria e l’instabilità sulle coste del Mediterraneo

Ieri l’Algeria ha votato alle elezioni legislative, senza che alcun media internazionale ne parlasse. Questa volta la colpa non è dei mezzi di informazione, ma il silenzio fa parte di una strategia del governo di Algeri che vuole mantenere una coltre di nebbia impenetrabile sul paese. La paura che spinge il regime a comportarsi in questo modo…

La Chiesa Copta e il suo ruolo politico in Egitto

I copti rappresentano la comunità cristiana più numerosa del mondo arabo, nonché una delle più antiche. Sono i diretti discendenti dell’antico popolo egizio convertitosi al cristianesimo con gli insegnamenti di San Marco, il quale era arrivato in Egitto durante l’epoca dell’Imperatore romano Nerone. La maggior parte dei copti aderisce alla Chiesa Ortodossa Copta, una delle…

Il gendarme e la speranza: le economie di Marocco e Tunisia

Dopo aver analizzato la situazione economica di Algeria ed Egitto continuiamo il nostro focus sui Paesi Nord Africani. Oggi parliamo di  Marocco e Tunisia. Marocco Il Marocco è una monarchia parlamentare guidata dal re Muhammad VI della dinastia alawide. Il Paese è sempre stato particolarmente stabile, infatti da molti è soprannominato il gendarme del Nord…

Il Marocco e il suo lungo autunno arabo

Il 28 ottobre in Marocco a Imzouren, una piccola città della Rif Region, parte Nord Occidentale del Paese, Mouhcine Fikri, un venditore di pesce, è morto schiacciato all’interno dei macchinari di un camion per la raccolta dei rifiuti. L’ambulante cercava di riprendere il pesce che le autorità gli avevano sequestrato, dato che era stato pescato…

Algeria ed Egitto: economie a confronto

A cinque anni dallo scoppio delle cosiddette Primavere Arabe, nel Nord Africa il panorama politico ed economico rimane molto variegato e di difficile comprensione. Per questo motivo confrontiamo due dei paesi più importanti, Algeria ed Egitto, comparabili perché accomunati dalla medesima struttura organizzativa dello Stato (fortemente centralizzata) e dalle risorse economiche a disposizione. Le differenze…

L’Egitto che soffoca il giornalismo

Continuano ad arrivare notizie sempre più preoccupanti dall’Egitto dove, dopo l’arresto il primo maggio di alcuni giornalisti avvenuto durante un blitz all’interno del loro sindacato, si è deciso di condannare a morte due giornalisti di Al-Jazeera accusati di spionaggio a favore del Qatar.La sentenza definitiva avrà luogo il 18 giugno ma questo avvenimento ha infiammato ancora di…

Il Marocco messo alla prova

Tra i nomi eccellenti coinvolti nello scandalo Panama Papers figura quello del re del Marocco: Mohammed VI. Il suo regno negli ultimi anni ha subito le proteste della cosiddetta “Primavera Araba” e pesanti accuse di corruzione da parte degli investitori stranieri, oltre che le recrudescenze di alcuni problemi geopolitici mai risolti, ma Mohammed VI è…

Attentati suicidi: tra Martirio e Jihad

Nelle ultime settimane siamo tornati a sentire di attentati suicidi, precisamente in Belgio, in Pakistan e in Iraq. Ma l’Islam vieta severamente il suicidio dunque perché un islamico integralista compie atti di questo genere? Da quando questi attentati hanno incominciato ad apparire nella storia? Il Corano è molto chiaro sul tema del suicidio: nella IV Sura,…

I fondamenti del pensiero jihadista

Gli attentati di Londra ci hanno rimesso davanti alla minaccia jihadista, che ci spaventa e che spesso non riusciamo a capire. La domanda che nasce spontanea è: in cosa deve credere un uomo per arrivare ad un gesto criminale così efferato? Le risposte, la maggior parte delle volte, sono vaghe o molto fantasiose ( come la…

Guida pratica al caos libico

La Libia dal 2011 con l’inizio della rivoluzione contro Gheddafi si è trasformata in un terribile caos a causa di fattori interni ed esterni. In questo momento in Libia troviamo due governi, due parlamenti, 140 tribù in lotta e 230 milizie che si combattono regolarmente ogni giorno. L’istituzione fondamentale in Libia è proprio la tribù:…