Ricorda 1989: il crollo del Muro nell’Europa post-comunista

Il 9 novembre 1989, il Politburo della Repubblica Democratica Tedesca (RDT) annunciò che, a partire dalla mezzanotte di quel giorno, i cittadini della RDT sarebbero stati liberi di attraversare il confine con la Repubblica Federale Tedesca (RFT) della Germania Ovest, senza autorizzazione né giustificazione. A ventotto anni di distanza dalla sua costruzione, migliaia di cittadini…

Ricorda 1919: lo Zhenotdel e l’emancipazione della donna

All’epoca dell’URSS, l’emancipazione della donna era una condizione necessaria per la realizzazione dello Stato sovietico. Per liberare le donne dalle catene dell’ignoranza ed esclusione, un secolo fa, venne istituito il Zhenotdel, un organo che ha spianato la strada alla partecipazione attiva delle donne sovietiche all’interno della politica.

I diritti umani secondo Lukašenko: quando libertà e stabilità non vanno di pari passo

La Repubblica di Belarus (nome internazionale con cui la Bielorussia è stata riconosciuta dalle Nazioni Unite dopo la dissoluzione dell’URSS) non è un Paese solitamente sotto i riflettori del palcoscenico internazionale. Forse perché – come introdotto dal nostro precedente articolo sulla storia di questo Stato al centro dell’Europa – dal 1994 il regno senza fine di Aleksandr…

Libertà di stampa come tema conteso tra l’UE e Belarus

Belarus è di uno degli Stati più problematici dal punto di vista politico dell’ex-URSS, che si trovano geograficamente in Europa. In particolare, molti osservatori hanno da sempre messo in allarme le comunità internazionali per il rispetto dei Diritti Politici e Civili. Questi presupposti hanno da sempre reso complessa la collaborazione dell’Unione Europea con il Paese: se…

Belarus: la storia di uno stato al centro dell’Europa

Chi mette il piede per la prima volta nella Repubblica di Belarus rimane colpito dall’anacronismo dell’architettura ferma al futurismo sovietico degli anni Venti. Tra le fermate della metro in stile Metropolis e condomini ispirati dalle forme geometriche in calcestruzzo di Le Corbusier, la capitale Minsk è il volto di un Paese che è rimasto inesorabilmente…

Zapad 2017: niente di nuovo sul fronte Orientale?

Tra il 14 e il 20 settembre la Russia e la Bielorussia hanno dato luogo ad un’imponente esercitazione militare intitolata “Zapad 2017”. Mosca organizza ogni anno questo tipo di manovre sul suo vasto territorio e, in particolare, Zapad si tiene con una cadenza quadriennale sul fianco occidentale della Federazione; la precedente edizione si è svolta…

(Vane) speranze bielorusse

Lo scorso 11 settembre nelle elezioni legislative in Bielorussia i deputati legati alla figura del presidente Aleksandar Lukasenko hanno ottenuto una vittoria scontata. Ma, per la prima volta in 20 anni, due seggi su 110 sono stati assegnati ai rappresentati dell’opposizione: Anna Konopatskaya del partito United Civil Party, vincitrice nel distretto di Minsk, e Elena…

Alla Russia interessa ancora l’Ucraina?

Mentre venti di guerra soffiano dal Medio Oriente e aria di terrore stagna sopra l’Europa per la minaccia terroristica, nessuno guarda a Est dove ancora non è sopita e risolta la questione ucraina. È passato molto tempo da quando tutti i giornali ospitavano nelle loro prime pagine foto e racconti di piazza Maidan, della Crimea e del Donbass….