Ricorda 1919: il massacro di Amritsar

A cento anni dall’accaduto, l’India ricorda quella che Theresa May ha definito una “cicatrice vergognosa nella storia delle relazioni anglo-indiane”: il massacro di Amritsar. Il 13 aprile 1919 il generale di brigata dell’esercito inglese Reginald Dyer ordinò infatti di aprire il fuoco su una folla di civili disarmati riunitasi in un parco della città di Amritsar,…

L’altra metà del cielo: la lotta ai tabù di Happy To Bleed in India

Nello scorso articolo, abbiamo introdotto la questione femminista in India, ripercorrendone gli sviluppi e soffermandoci sulla Gulabi Gang, il primo movimento significativo sviluppatosi a livello nazionale. In questo articolo, invece, verrà presentato un movimento più recente, che ha riscosso successo in tutto il Paese: quello nato dalla campagna social “Happy to bleed” (letteralmente, “felici di sanguinare”).

La classe media indiana e la sua vulnerabilità

Una crescita rapida e sostenuta come quella indiana degli ultimi decenni viene solitamente accompagnata da un’espansione altrettanto notevole della classe media. Ma, nel contesto dell’India di oggi, economisti e sociologi si pongono una domanda: esiste una classe media indiana?

La crisi agraria in India, tra indifferenza e disperazione

Nelle ultime settimane, in concomitanza con il crescere delle tensioni in vista delle elezioni ormai prossime, si sono intensificate le proteste degli agricoltori indiani contro le mancate riforme agricole, promesse dal governo in carica e mai attuate. Diverse migliaia di contadini sono scesi in piazza a Delhi, Mumbai e altre grandi città di tutto il…

La politica estera indiana: la Cina

Le relazioni tra Cina e India non sono così intense come ci si potrebbe aspettare: anzi restano piuttosto deboli, nonostante un costante incremento degli scambi commerciali.

La politica estera indiana: il Myanmar

E’ del 4 ottobre la notizia del rimpatrio in Myanmar di 7 persone appartenenti all’etnia dei Rohingya, accusate di risiedere illegalmente in territorio indiano e di costituire un pericolo per la sicurezza nazionale. Questo provvedimento è stato seguito pochi giorni dopo la distribuzione di questionari identificativi all’interno di alcuni campi profughi nella periferia di Delhi,…

La politica estera indiana: il Bangladesh

Si avvicina il momento delle general elections in Bangladesh, previste per fine anno, e con esse la necessità di tracciare un bilancio dei quattro anni di governo di Sheikh Hasina, leader del principale partito di ispirazione socialista Awami League. Il giudizio da parte della comunità internazionale è positivo: il PIL è cresciuto sensibilmente (7.28% nell’ultimo…

Ricorda: Gandhi 1948

Il 30 gennaio 1948 Mohandas Gandhi, anche noto come il Mahatma (“Grande Anima”), fu assassinato a New Delhi per mano di Nathuram Godse, un fanatico estremista Hindu. La morte di Gandhi, avvenuta appena pochi mesi dopo l’agognata Indipendenza dalla Gran Bretagna, ha rappresentato una sorta di cesura per la storia dell’India; e in effetti, da…

La politica estera indiana: il Nepal

In seguito alle elezioni legislative di dicembre 2017 ed alle presidenziali di marzo 2018, la duplice vittoria del partito comunista in Nepal ha portato l’India a riconsiderare le proprie relazioni bilaterali con questo Paese ed a riorientare le proprie priorità in politica estera.  Il nuovo governo nepalese, infatti, è ideologicamente più vicino al partito comunista…