Mozambico: dalla colonizzazione alla fine della guerra civile

Il Mozambico è un Paese di cui raramente si sente parlare. Povero e marginale nelle dinamiche più visibili dell’Africa contemporanea, è in realtà un laboratorio in cui la politica e l’economia stanno vivendo un periodo di cambiamenti epocali. Tra la scoperta di enormi giacimenti di risorse naturali e il teso rapporto tra le forze di…

Indipendentismi in Africa: il caso di Zanzibar

Continua il nostro focus sui sentimenti separatisti dell’Africa, che costellano il Continente nero in tutte le sue zone. In questo articolo parleremo di Zanzibar, l’arcipelago di isole a largo delle coste della Tanzania. La storia dell’isola L’arcipelago di Zanzìbar è formato da due isole principali, Pemba e Unguja, più altre isole minori; costituisce un’unità federata…

L’Altra America: Cile

Questo articolo del progetto “l’Altra America” vuole aprire una finestra sul Cile, una terra per noi talmente lontana che tendiamo ad averne un’idea “cristallizzata”, limitata alle sue meraviglie paesaggistiche e all’eco di qualche poesia. In realtà, si tratta di un Paese che cambia rapidamente, proiettato in avanti dalla sua società vivace e, al tempo stesso, ferma…

L’altra America: Perù

Con l’articolo di oggi iniziamo un lungo viaggio alla scoperta di un’America che, spesso e volentieri, rimane ai margini dell’informazione nazionale e internazionale, per far spazio alle più redditizie e (occidentalmente) centrali notizie sugli Stati Uniti e i suoi partner. Per questo abbiamo deciso di intitolare il progetto “L’altra America”, per raccontare quella faccia del…

Ricorda: guerra ispano-americana 1898

La guerra ispano-americana del 1898 segna uno spartiacque fondamentale per tutti gli attori che presero parte a uno degli ultimi conflitti dell’ottocento. Per Cuba, perché segnò l’inizio del processo che portò all’indipendenza dell’isola; per gli Stati Uniti, perché da quel momento cominciarono a fare dei Caraibi il proprio “giardino di casa”, sottraendolo agli europei; per…

Ricorda: l’indipendenza della Guinea di Sékou Touré

Nel 1958 la Guinea Conakry ottenne la propria indipendenza dalla Francia. Fu un passo coraggioso e pericoloso, che fece del Paese la prima colonia ufficialmente libera, ma che allo stesso tempo la fece ritrovare isolata e la costrinse ad affrontare numerose sfide. Sékou Touré, l’Elefante, fu colui che gestì il passaggio e che trasformò, volente…

Perché i confini africani sono quelli di oggi

I confini degli stati africani di oggi ricalcano quasi perfettamente quelli che furono stabiliti nell’Ottocento ai tempi della colonizzazione delle potenze europee. Viene qundi spontaneo chiedersi perché una volta divenuti indipendenti i nuovi stati non vollero o non riuscirono a modificarli. La risposta va ricercata nella storia contemporanea del continente.

Balcani in pillole: Kosovo

Dalle radici illiriche alla dominazione ottomana, il Kosovo è stato animato da sempre da un dualismo tra l’etnia serba e quella albanese. Divenuta provincia autonoma all’interno della Repubblica socialista jugoslava di Serbia, il conflitto tra i due gruppi si è fatto più intenso in particolare dopo la morte del Maresciallo Tito. L’incapacità di risolvere diplomaticamente…

Il Kosovo sarà mai davvero indipendente?

Fin dalla sua formale dichiarazione di indipendenza nel 2008, il Kosovo ha incontrato l’opposizione di molti, al punto da essere riconosciuto solo da una parte della comunità internazionale. La normalizzazione dei rapporti diplomatici con la Serbia è il passo principale da compiere in vista di un’eventuale ingresso nell’Unione Europea, ma probabilmente non sarebbe abbastanza. Lo…

Quando il fascismo si riscopre a Varsavia

L’11 novembre, giorno dell’indipendenza polacca, si è trasformato da qualche anno a questa parte in un raduno europeo di radicali e nazionalisti di estrema destra. Questa tendenza, iniziata nel 2009, ha toccato il suo apice nel 2017, quando si è tenuto il più grande raduno di suprematisti bianchi e neo-fascisti degli ultimi tempi. Il giorno…

Alla riscoperta dell’Asia Centrale

La regione dell’Asia Centrale ricopre un’area pari a 4 milioni di km² ed ha una popolazione di 55 milioni di abitanti.  L’area è segnata da una variegata realtà etnica, culturale e religiosa. Posta al crocevia dell’antica Via della Seta è rappresentata dai seguenti Stati: Kazakistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan. L’elemento che accomuna questi Stati è il…