Europa27: Irlanda

Il 24 maggio, i cittadini irlandesi saranno chiamati alle urne per eleggere 13 nuovi rappresentanti del Parlamento Europeo, in un contesto in cui le dinamiche della politica interna si intrecciano strettamente alle vicende europee. Sicuramente, Brexit, e in particolare la questione del confine con l’Irlanda del Nord, la fa da padrone nel dibattito politico, ma…

Due anni da Brexit: aspettando Godot

Il 29 marzo 2017, il primo ministro del Regno Unito, Theresa May, invocava l’Articolo 50 del Trattato sull’Unione Europea, dando inizio ai negoziati per la Brexit. L’articolo offriva alle parti due anni di tempo per negoziare un primo accordo, che avrebbe stabilito i termini dell’uscita dall’UE, e una dichiarazione politica. Due anni dopo, la situazione…

Il personaggio dell’anno Europa: Theresa May

Dopo il primo round di votazioni per il personaggio dell’anno 2018, Theresa May ha strappato una vittoria sofferta contro Matteo Salvini ed è passata al secondo turno. Prima donna presidente del partito conservatore britannico e seconda donna a diventare Primo Ministro dopo Margaret Thatcher, il suo nome è senz’altro noto a chiunque abbia seguito le…

Brexit: cosa prevede l’accordo?

Dopo mesi di stallo e contrattazioni, finalmente c’è un accordo per la Brexit. Il 14 novembre, infatti, le due parti hanno pubblicato la bozza di accordo sull’uscita del Paese dall’Unione, seguita, pochi giorni dopo, dalla dichiarazione politica sulle relazioni future.

Brexit is in the Eire: la sfida di Theresa May

Il Consiglio Europeo del 17-18 ottobre, che nei piani originali dei leader europei sarebbe stato l’occasione per concludere le trattative con il Regno Unito e presentare un accordo sul “divorzio”, si è concluso invece con l’ennesima impasse. L’ostacolo principale, stavolta, è la turbolenta situazione politica di Londra, che ha costretto Dominic Raab (segretario per la…

Brexit is in the Eire: la questione del confine nord-irlandese

A pochi mesi dall’uscita ufficiale del Regno Unito dall’Unione Europea, la questione del confine irlandese rimane una delle note dolenti delle negoziazioni. Trovare una soluzione condivisa che preservi gli Accordi del Venerdì Santo sembra essere molto più difficile del previsto, nonostante entrambe le parti concordino sul fatto che un confine rigido sia da evitare ad ogni…

Brexit is in the Eire: i rischi per le economie irlandesi

Il confine che divide l’Irlanda del nord dalla Repubblica d’Irlanda è ad oggi inesistente, senza controlli sulle merci e sulle persone che lo attraversano. Spesso ci si accorge di averlo varcato solamente grazie ai cartelli sui limiti di velocità che passano da miglia a chilometri orari. Brexit, da qui a pochi mesi, potrebbe cancellare tutto…

Ricorda: Il Belfast Agreement 1998

Il 10 Aprile 2018 ricorre il ventennale dell’Accordo di Belfast, anche meglio conosciuto come l’Accordo del Venerdì Santo, concluso il 10 Aprile 1998. Dopo una lunga e complessa negoziazione, l’Accordo riuscì a porre fine al periodo di violenza che aveva caratterizzato l’Irlanda del Nord nei trent’anni precedenti. Ora, in periodo di Brexit, in molti si…

The day after: guida alla sopravvivenza dopo la Brexit

Ha fatto scalpore, pochi giorni fa, la pubblicazione d’indiscrezioni su un rapporto riservato del governo britannico, contenente previsioni sui possibili scenari post-Brexit e sulle loro conseguenze economiche. Le prospettive non sono confortanti: si va da un impatto negativo del 2% sul PIL nel caso in cui il Regno Unito rimanesse nello Spazio Economico Europeo (SEE),…

Irlanda del Nord, il Paese si spacca: ora la devolution è a rischio

Il 2 marzo si è votato per eleggere il parlamento dell’Irlanda del Nord, regione del Regno Unito che, come Scozia e Galles, gode di alcuni poteri di autogoverno. Il dato che arriva dagli ultimi seggi scrutinati parla chiaro: l’Irlanda del Nord è una nazione divisa, senza una forza politica con i numeri per governare.