I sauditi e l’estremismo religioso

Nella lotta al terrorismo internazionale l’Arabia Saudita si trova in prima fila: nel 2015 infatti si è posta a capo di una coalizione composta da 34 stati a maggioranza musulmana, al fine di coordinare operazioni militari per contrastare «qualsiasi organizzazione terroristica». Se, da un lato, il regno saudita ha assunto un ruolo importante a questo…

Il ritrovato ruolo della Russia in Medio Oriente

Durante la presidenza Yeltsin, tra l’espansionismo della NATO nell’Europa Orientale e il disastroso stato delle finanze di Stato, la neonata Russia è rimasta ai margini della scena mediorientale. Tuttavia l’elezione di Putin nel 2000 ha segnato un rinnovato attivismo nella regione, culminato con l’intervento in Siria del 2015. Vediamo dunque quali sono gli attori coinvolti…

La frustrazione e il ritorno: una visione della jihad

Esattamente due anni fa il mondo intero assisteva inerme agli infami attentati del Bataclan portati avanti da un’organizzazione che sembrava essere imbattibile; il 5 novembre 2017 le forze lealiste siriane hanno lanciato la notizia che Deir Ezzor, ultima roccaforte di ISIS in Siria, era caduta. Del Califfato di Al Baghdadi e delle sue promesse di…

Il significato della liberazione di Raqqa

Meno di 48 ore fa le forze curde siriane dello YPG sono entrate a Raqqa, capitale dello Stato islamico, con il supporto di reparti delle forze speciali USA ponendo fine al dominio jihadista su questo territorio. In questo articolo cercheremo di definire gli ultimi eventi, le conseguenze all’interno del panorama della guerra in Siria e…

La linfa del terrorismo: il denaro dell’ISIS

Lo Stato Islamico, proclamato a Mosul il 29 giugno 2014, ha saputo conquistare, controllare e gestire per anni un territorio estremamente vasto, situato a cavallo tra Siria e Iraq e abitato da 8-10 milioni di persone. Ciò significa combattenti stipendiati, acquisto di armi e munizioni, distribuzione di servizi e gestione burocratica di un vero e…

Terrorismo: la leggenda del Lupo Solitario

Gli ultimi attentati terroristici che hanno colpito il nostro continente sono stati raccontati dai media utilizzando la nomenclatura di lupi solitari. Il termine, che colpisce molto a livello mediatico, è stato tanto apprezzato e allo stesso tempo tanto  criticato da diversi analisti del settore per differenti ragioni. Cerchiamo di capire quando nasce questa tattica terroristica…

Mosul, Sinjar e l’Iraq da ricostruire

”Le forze di sicurezza stanno avanzando verso di voi, l’ora della salvezza è arrivata e il nemico sta perdendo una dopo l’altra le sue posizioni. La loro fine è vicina. Venite verso i vostri fratelli, verso le vostre forze armate che si prenderanno cura di voi.” Con questo messaggio ai civili, propagato nelle strade tramite…

Yemen, stato fallito in piena crisi umanitaria

La guerra in Yemen è scoppiata circa due anni fa e tutt’oggi non ci sono segni che facciano pensare ad una prossima risoluzione, o almeno ad una svolta. Le sorti di questo pezzo di terra nel sud della penisola araba sono riportate relativamente poco dai media e sono state oscurate dai fatti dei più vicini…

La jihad dell’ISIS si espande in Asia

Martedì 23 maggio diversi militanti connessi all’ISIS (Islamic State of Iraq and Syria) sono insorti nella città filippina di Marawi nel sud del Paese. Nel corso dell’attacco, i miliziani jihadisiti hanno dato alle fiamme una scuola e una chiesa, prendendo diversi fedeli in ostaggio. Si è trattato di una vera e propria azione di guerriglia…

Giordania: tassello strategico nel Medio Oriente

Formalmente creato quasi un secolo fa da Winston Churchill, il Regno Hashemita di Giordania ricopre un ruolo cruciale all’interno del Medio Oriente. Proprio come allora, oggi rappresenta un baluardo della stabilità regionale, in grado di assorbire le tensioni del mondo arabo. Il Regno, ritenuto il più moderato dei paesi arabi, è legato economicamente e militarmente a…