Burundi al voto: quale futuro dopo Nkurunziza?

Nonostante la repressione, le proteste popolari in Burundi non si sono fermate. Cinque anni dopo la terza rielezione di Pierre Nkurunziza in qualità di presidente e due anni dopo l’approvazione degli emendamenti alla Costituzione da lui fortemente voluti, il Paese non ha ancora cessato di mostrare il proprio dissenso. E inevitabilmente anche la repressione è…

La riorganizzazione del MAS senza Evo Morales

Il 10 novembre Evo Morales e i suoi più stretti collaboratori – il vicepresidente Álvaro García Linera, la presidente del Senato Adriana Salvatierra e il presidente della Camera Víctor Borda – sono stati costretti a rinunciare ai propri incarichi a seguito di un colpo di stato.Se nelle elezioni del 20 ottobre ci fossero stati brogli…

L’Abcasia fra turbolenze politiche e filo spinato

L’ultimo anno non è stato affatto semplice per questa regione di poco più di 245.000 abitanti al confine nord-occidentale della Georgia, proclamatasi de facto indipendente da quest’ultima nel 1992. Dopo la breve guerra durata un anno, molti episodi di pulizia etnica hanno portato all’espulsione di buona parte della componente non abcasa della popolazione, e alternate…

Un anno di elezioni per il Tagikistan

Il Tagikistan è un’ex Repubblica socialista sovietica. Posizionato al confine tra Afghanistan e Cina, si trova al centro nevralgico dell’Asia Centrale. Quest’anno, il Paese si trova ad affrontare due tornate elettorali: le elezioni parlamentari, di cui illustreremo il risultato in quest’articolo per quanto riguarda la Camera Bassa, e le elezioni presidenziali, delle quali non è…

Elezioni in Guyana: un voto per il petrolio

Oggi in Guyana si terranno le elezioni per eleggere il nuovo presidente della Repubblica e i 65 membri dell’Assemblea Nazionale. Le elezioni sono state indette dall’attuale presidente, David A. Granger, dopo che il suo governo ha perso un voto di sfiducia a dicembre del 2018. Dopo più di un anno, si è deciso di tornare…

Togo: il patto dell’opposizione contro Gnassingbé

La Corte costituzionale del Togo ha validato lo scorso 17 gennaio 2020 le candidature ufficiali per le elezioni presidenziali, che si terranno domani. Su dieci candidati, sono state selezionate solo sette figure di spicco, tra le quali troviamo il presidente uscente Faure Gnassingbé, in cerca di un quarto mandato, e sei membri dell’opposizione.

Il lungo cammino verso l’unificazione fra Russia e Bielorussia

Il 7 dicembre scorso centinaia di manifestanti bielorussi si sono riversati nelle piazze di Minsk per opporsi alla possibile unificazione tra Russia e Bielorussia. Le proteste sono avvenute contemporaneamente a un incontro fra i due capi di Stato a Sochi, in occasione delle celebrazioni del ventennio dalla firma del Trattato di creazione dell’unione statale tra…

Elezioni Taiwan 2020: una conversazione con Brian Hioe

Pubblichiamo di seguito una conversazione a distanza con Brian Hioe, uno dei fondatori della rivista taiwanese “New Bloom Magazine”, sulle elezioni a Taiwan nel 2020. Molti di noi, pensando alle elezioni nel mondo così come agli eventi più scottanti che accadono nelle zone di guerra, potrebbero pensare: Taiwan è davvero così importante da essere seguita?…

Elezioni presidenziali in Romania: vince l’Europa?

Il 10 e il 24 novembre, gli elettori rumeni sono stati chiamati alle urne per eleggere il presidente della Repubblica. Secondo le aspettative, il presidente uscente Klaus Iohannis del Partito Nazional-Liberale (PNL) ha visto riconfermato il proprio incarico per altri cinque anni. Europeista e filo-occidentale, Iohannis pare il candidato ideale per rinsaldare l’ideale di una…

L’Algeria al voto con lo spettro del suo Panopticon

Il primo novembre in Algeria, in occasione del sessantacinquesimo anniversario dell’indipendenza, migliaia di persone hanno manifestato in una delle proteste più partecipate degli ultimi mesi. Ogni venerdì, le piazze continuano a riempirsi di slogan contrari al cosiddetto pouvoir e alle elezioni presidenziali del 12 dicembre, che appaiono come  un escamotage del regime burocratico-militare per rimanere al potere. L’Algeria…

Elezioni presidenziali in Sri Lanka: contesto politico e candidati

Il 16 novembre i cittadini dello Sri Lanka saranno chiamati a eleggere il loro ottavo presidente. L’Election Commission of Sri Lanka, l’organo preposto allo svolgimento delle elezioni, prevede un afflusso di circa l’80% dei 16 milioni di potenziali elettori. Analizzare il contesto attuale del Paese è fondamentale per capire le dinamiche e la posta in…

Uruguay: il baluardo progressista al voto

Domenica 27 ottobre l’Uruguay si recherà alle urne con il doppio appuntamento delle elezioni presidenziali e delle elezioni generali per il rinnovo del Parlamento.  Dopo 15 anni di governo, per la prima i volta i sondaggi suggeriscono che il Frente Amplio avrà difficoltà a vincere al primo turno e che quindi il prossimo presidente uruguaiano sarà deciso nel…