Le crisi e i populismi europei: storia di un ventennio d’oro

Ridurre i populismi a un virus tanto mortale quanto estraneo alla politica europea è un errore in cui si può cadere facilmente. L’aumento in termini di consenso di movimenti politici definibili populisti è tangibile, ma resta un processo che si è sviluppato nel corso di venti anni durante i quali il populismo non è stato…

Il Global Compact per una migrazione sicura, ordinata e regolare

Il 10 e 11 dicembre, a Marrakech, in Marocco, si è riunita la Conferenza Intergovernativa sul Global Compact per la migrazione. Il suo scopo è stato quello di arrivare all’adozione del “Global Compact for safe, orderly and regular migration” (Global Compact per la migrazione sicura, ordinata e regolare), al termine di un lungo processo che…

Lo stato di diritto in Polonia

La Polonia rischia sempre più di trasformarsi in una democrazia illiberale, a causa dell’accentramento nelle mani dell’esecutivo dei media e dell’apparato giudiziario. Una legge di recente approvazione ha rivoluzionato la Corte Suprema, scatenando proteste da parte della popolazione e l’inizio di una procedura d’infrazione da parte della Commissione Europea, aggiungendo un tassello a una battaglia…

Quando il fascismo si riscopre a Varsavia

L’11 novembre, giorno dell’indipendenza polacca, si è trasformato da qualche anno a questa parte in un raduno europeo di radicali e nazionalisti di estrema destra. Questa tendenza, iniziata nel 2009, ha toccato il suo apice nel 2017, quando si è tenuto il più grande raduno di suprematisti bianchi e neo-fascisti degli ultimi tempi. Il giorno…

Il dragone rosso ha conquistato l’Europa Orientale

Il Presidente della Cina, Xi Jinping, sta influenzando il mondo in maniera sempre più incisiva. La sua capacità di far apparire il colosso asiatico come la prossima potenza mondiale ha il suo più grande esempio nel Belt and Road Initiative (BRI). Da Pechino a Berlino e oltre, questo asse commerciale e geopolitico è oramai famoso…

Perché i migranti non arrivano in Europa dell’Est: l’opposizione interna all’UE

In Europa centro-orientale i governi di Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria si rifiutano di fare la loro parte nel gestire la crisi migratoria in corso. Le ragioni dietro questo atteggiamento sono molteplici e nascondono un generale allontanamento dai principi democratici propri dell’Unione Europea, rischiando di creare una frattura all’interno di essa.

Libertà di espressione: silenzio stampa dall’Est Europa

Quando si parla della libertà di espressione la si presuppone come norma per ogni Paese che abbia la matrice democratica. Effettivamente la libertà dell’opinione pubblica è uno degli indici per misurare il grado di democraticità di uno Stato. Molti sono però oggi quei membri dell’Unione Europea che non hanno raggiunto una soddisfacente posizione al riguardo. In…

Chi è Andrzej Duda, il presidente della Polonia

Ormai sono trascorsi quasi due anni dalla vittoria alle elezioni presidenziali da parte di Andrzej Duda, una figura che sembra aver fatto uscire dall’oscurità delle quinte il ruolo del Capo dello Stato. Così una delle più gradi economie dell’Est Europa ha intrapreso un nuovo cammino politico. Nella Polonia, che nel lontano 1989 ha avuto per…

Lo scontro Russia-NATO passa per Kaliningrad

Affacciata sul mar Baltico e schiacciata tra Polonia e Lituania, sorge l’exclave Russa di Kaliningrad; un territorio di 15.100 chilometri quadrati distaccato dal resto della Federazione Russa e circondato da membri della NATO. Un tempo nota come Koninsberg, fiorente città tedesca della Prussia Orientale e luogo natale del filosofo Immanuel Kant, Kaliningrad costituisce ora una…

Le donne dei partiti nazionalisti in Europa

Da alcuni anni a questa parte, in Europa, il problema del nazionalismo è sempre più evidente. In diversi stati europei stanno emergendo partiti di estrema destra che stanno raccogliendo un numero elevato di consensi.  Abbiamo già parlato di nazionalismo in diverse circostanze: nel caso tedesco, con l’ascesa dell’ AfD,  nel caso polacco, dove si spera in una…

Jarosław Kaczyński e il nazionalismo polacco

“Tutti in Europa dobbiamo tornare al concetto di Stato nazionale, sola istituzione capace di garantire democrazia e libertà, e grande diversità e vitalità delle culture“, queste sono le parole usate dal capo del primo partito polacco Prawo i Sprawiedliwość (Diritto e Giustizia), Jaroslaw Kaczynski, nell’intervista a Repubblica, in risposta a cosa intendesse per “controrivoluzione” europea. Politico…

L’aborto ancora negato in Europa

Al di là della discussione di tipo morale sulla giustificatezza o no della scelta sull’aborto, possiamo dare ormai per assodato che uno stato laico di diritto civile non dovrebbe esimersi dal garantire il diritto di accesso alle cure per i suoi cittadini, nemmeno in questo caso.  La verità è che gli aborti non cesseranno, men…